Cessione del quinto conveniente: quali sono le offerte più convenienti? Cosa guardare?

Indice dei contenuti

Quando si parla di cessione del quinto ci si riferisce ad una forma di finanziamento la quale prevede che la restituzione di ciò che sia stato prestato, avvenga tramite trattenuta su stipendio o pensione e non debba essere mai superiore al quinto del valore dello stipendio del richiedente. Quando a chiedere tale prestito sia un lavoratore dipendente, la legge prevede che questi sottoscriva una polizza per coprire il rischio di perdita dell’impiego. Il pensionato invece sottoscrive una polizza sulla vita. Le condizioni variano a seconda dell’ente erogatore anche se, solitamente, pure i cattivi pagatori accedono facilmente al finanziamento.

Ma quali sono le offerte più convenienti in fatto di cessione del quinto? Questa guida vuole aiutarvi a destreggiarvi tra le molte offerte sul mercato.

Come scegliere le offerte più convenienti

Per valutare l’effettiva convenienza di un prestito, badate ai tassi d’interesse medi che la Banca d’Italia pubblica ogni trimestre per definire i tassi usurai. Una valutazione, questa, che vi aiuta a comprendere il costo medio di tali finanziamenti e a valutarne la convenienza. Infatti, è proprio sul tasso di interesse applicato al prestito che deve concentrarsi l’attenzione. La cessione del quinto, già di per sé è da considerarsi una forma di prestito assai più vantaggiosa rispetto agli altri. Essa, infatti, è caratterizzata da un tasso di interesse assai più morigerato rispetto a quello degli altri prestiti personali.

TAEG, età, posizione lavorativa o pensionistica

Ciò a cui a fare attenzione è il TAEG (Tasso di Interesse Globale) che viene calcolato sulle reali spese da pagare affinché il prestito venga totalmente restituito. La quantità di prodotti finanziari è davvero vasta e ogni istituto di credito individua delle caratteristiche che possono soddisfare le esigenze dei clienti. Ovviamente non esiste un prestito che possa essere definito il migliore in toto; dunque, anche quello migliore del 2019 è legato alle richieste personali, alle garanzie che si possono prestare per ottenere i soldi richiesti.

Valutate quali sono le vostre caratteristiche per verificare se sono le stesse domandate dall’istituto di credito al quale decidete di rivolgervi. Età, garanzie reddituali, posizione lavorativa o pensionistica, soglia dell’importo minimo di cui si necessita. Capita a volte, infatti, che le banche abbiano delle soglie minime più alte degli importi richiesti dai clienti; oppure accade che gli istituti finanziari abbiano importi massimi richiedibili troppo bassi rispetto alle esigenze dei richiedenti. Tutti questi parametri rappresentano voci indispensabili nella scelta della migliore cessione del quinto.

Cosa guardare per scegliere la migliore cessione

Per fare una scelta ottimale tra le molte esistenti, potete anche provare ad effettuare simulazioni o preventivi, La simulazione vi offre un’idea generale di quali siano le condizioni da ottenere valutando alcuni parametri: stipendio, durata e costo complessivo del prestito. La simulazione offre un’idea approssimativa e non reale della situazione in sé.

Con il preventivo, invece, le valutazioni di massima vengono effettuante sulla cifra esatta che l’ente dovrà erogare. Diventa, dunque, possibile conoscere precisamente:il tasso di interesse applicato, l’assicurazione obbligatoria (pagata dalla società o dalla banca) e le spese accessorie. Confrontare più preventivi fra loro è essenziale per verificare quale sia quello che prevede un tasso di interesse migliore. Tali confronti possono avvenire anche on line, modo più vantaggioso anche in termini di tempistiche, assai lunghe se ci si reca presso le filiali delle finanziarie prescelte.

Come avviene la cessione del quinto

La procedura è semplice perchè l’unica garanzia da presentare è il proprio stipendio. La posizione retributiva viene poi controllata con il datore di lavoro. I lavoratori pensionati invece saranno soggetti a verifica con l’Inps. Dopo questi controlli di rito, la pratica viene immediatamente accettata, dalla banca o dalla finanziaria. La cessione del quinto si rasentare assai più vantaggiosa rispetto ad un normale prestito, perchè qui ci sono più garanzie e i costi e i tassi sono meno costosi. Anche burocraticamente, la cessione del quinto prevede la presentazione di meno pratiche.

Cessione del quinto: banca o istituto finanziario?

Sia le banche che gli istituti finanziari prevedono la cessione del quinto e le offerte sul mercato sono tante. Fino a qualche tempo accadeva che le banche prevedessero maggiori garanzie rispetto agli istituti ma che questi ultimi, a differenza delle prime, fossero più elastici nella concessione dei prestiti. Oggi la nuova normativa ha reso assai meno netto il confine fra l’una e l’altra possibilità. Ciò che bisogna valutare è, innanzitutto, il motivo per il quale si chiede il prestito. Se la somma non è troppo ingente si può optare per la banca alla quale chiedere uno scoperto bancario o un a carta di credito.

Anche l’età del richiedente può giocare un ruolo importante, dato che alcune banche pongono dei limiti di età per quanto riguarda il pagamento dell’ultima rata (non bisogna aver superato gli ottant’anni); invece alcuni istituti di credito sono molto più indulgenti e consentono il pagamento dell’ultima rata anche ad età superiori.

Da valutare anche il TAN (Tasso Annuo Nominale), che più è basso e più la somma da restituire sarà minima. Valutate pure il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che comprende non solo il tasso ma anche tutte le altre spese accessorie. Esso indica il costo totale del finanziamento.

Rate e assicurazione obbligatoria

Da considerare anche il numero delle rate e se la banca o l’istituto prevedano delle  modifiche in corso d’opera, cioè se sia possible modificare le clausole del contratto. Ciò può avvenire, ad esempio, in caso di sospensione di una o più rate in periodi di contingenze particolari.

Altro fattore è l’assicurazione obbligatoria in caso di mancanza fisica del debitore. In altri casi ci può essere possibilità di estinzione o rinnovo della cessione che può variare da banca a banca o da istituto a istituto. Solitamente il rinnovo può avvenire solo quando si sia restituita il 40% della somma.

Chi si accinge a scegliere la migliore cessione del quinto, deve dunque considerare molti fattori, a seconda che abbia optato per una banca o un istituto finanziario. Leggere il contratto in ogni sua parte è la cosa principale in modo da poter conoscere perfettamente quali siano le condizioni proposte, gli obblighi, le tempistiche.