Cessione del quinto veloce: è possibile? Quali sono le tempistiche?

Indice dei contenuti

Quello della cessione del quinto è un percorso generalmente piuttosto rapido, che però può allungarsi, a seconda che intervengano alcune variabili. Può capitare, a seconda della categoria lavorativa, delle garanzie esposte, o della solidità finanziaria valutata dall’assicurazione, che ciò si traduca in tempistiche più dilatate del solito.Tra le varie formule di prestito, la cessione del quinto non è certo la più immediata. La fattibilità è immediata, l’erogazione del saldo un po’ meno ovviamente. In linea di massima, il tempo di attesa è circa il doppio rispetto a quello del comune prestito personale. Come fare in modo che sia il più rapido possibile?

Cessione del quinto di stipendio: le tempistiche medie

Avete deciso di richiedere un finanziamento ma non siete informati circa le tempistiche? E’ bene sottolineare che l’attesa per l’erogazione di un finanziamento è strettamente correlata al profilo della richiesta. Di solito i tempi per accedere ad un prestito con cessione del quinto variano dai 15 ai 20 giorni. Intervengono però alcune variabili: reperire tutti i documenti, la valutazione del profilo di rischio dell’azienda presso cui si lavora e, non ultimo, le varie polizze. Le aziende private sono quasi sempre censite per avere una possibile copertura assicurativa necessaria di rischio rischio vita e rischio impiego.
Tali polizze, ricordiamo, sono obbligatorie per legge nella cessione del quinto.

Bisogna fare attenzione a chi promette erogazioni molto rapide della cessione del quinto. Alcune finanziarie online pubblicizzano cessioni con erogazione della cifra nell’arco di 1-2 giorni. Verosimilmente non saranno rispettate le tempistiche promesse perchè ogni tipologia di finanziamento contempla comunque una specifica procedura di approvazione che richiede tempo anche solo per le verifiche necessarie.

Cessione del quinto: le fasi da rispettare

Riportiamo di seguito le fasi da svolgere per richiedere la cessione del quinto. Al fine di accorciare i tempi di erogazione è consigliabile studiarle con la massima attenzione:

  • Raccolta della documentazione.
    Questa fase include la raccolta dei documenti generici (CF, carta d’identità, contratto di lavoro) e la certificazione stipendiale. Quest’ultimo è uno specifico documento prodotto dal datore di lavoro, il quale fornisce dettagli in merito all’inquadramento contrattuale del richiedente.
    I tempi di rilascio del documento sono estremamente snelli. Possono essere necessari pochi giorni, ma in alcuni casi è possibile anche ottenere la certificazione il giorno stesso.
    Le tempistiche possono dilatarsi, nel caso in cui la finanziaria debba recuperare il certificato di stipendio presso il datore di lavoro.

  • Delibera della pratica da parte della società finanziaria.
    E’ un documento rilasciato nell’arco di poche ore. L’attesa può allungarsi di qualche giorno qualora la documentazione fosse incompleta.

  • Notifica del contratto al datore di lavoro (spedita a mezzo raccomandata al datore di lavoro).
    Solitamente questo documento viene notificato nell’arco di soli 3 o 4 giorni.
  • Contestualmente, viene allegato l’atto di benestare.
    Si tratta di un documento con cui l’azienda conferma che provvederà alla trattenuta della rata nella busta paga del dipendente.
    Appurata la regolarità dell’atto, il datore di lavoro si assume l’obbligo di versare le quote di stipendio all’ente finanziario.
  • L’erogazione di un acconto sul conto del dipendente.
    Raccolta la documentazione e ricevuta la delibera della pratica, il cliente ha già facoltà di richiedere un acconto. Questo al fine di tamponare necessità immediate di liquidità.
    Ricordiamo infatti che la cessione del quinto di stipendio non è un prestito di natura finalizzata. Pertanto il cliente che richieda un anticipo ha facoltà di utilizzarlo come meglio desidera.
    Una volta ottenuto il via libera dall’Istituto Erogatore, l’anticipo viene erogato nell’arco pochissimi giorni.

  • Liquidazione del saldo.
    Ottenuta tutta la documentazione (via email o fax) e prodotti gli atti necessari il saldo del prestito richiesto viene infine versato.

I tempi tecnici per l’accettazione della cessione del quinto dello stipendio

In questo caso i tempi per l’accettazione della cessione generalmente si aggirano intorno ai 3 o 4 giorni lavorativi. Tuttavia essi possono variare da un istituto ad un altro, molti aspetti possono cambiare a seconda della categoria lavorativa cui il richiedente appartiene. Di solito la concessione richiede al massimo 3/4 giorni se si è dipendenti di un’azienda privata, 2 o 3 nel caso dei lavoratori statali. I tempi si allungano per i ministeriali, mentre sono di gran lunga inferiori per i lavoratori pubblici, statali e parastatali.L’attesa varia anche a causa di cessioni in corso che devono essere coordinate tra loro. Può infatti capitare che chi richiede la cessione del quinto abbia protesti o altre cessioni in corso. La rata mensile deve essere così riformulata: ciò si traduce in un’ulteriore attesa. In questo caso i tempi di attesa possono dilatarsi fino ad arrivare anche a 2 o 3 settimane.

In caso la richiesta venisse respinta sarà necessario aspettare almeno 30 o 40 giorni per poter formulare nuovamente domanda di prestito.

Altri prestiti: tempistiche a confronto

  1. Il prestito convenzionato INPS.
    Fornito da alcuni istituti convenzionati, il prestito INPS solitamente comporta tempi di attesa di circa una settimana. Per i prestiti pluriennali, i tempi si dilatano.
  2. Il prestito finalizzato.
    Chi sceglie questa tipologia sa che la concessione è contestuale all’acquisto. I tempi di attesa sono dunque praticamente azzerati, a meno che non si debbano eseguire verifiche ulteriori per la concessione. Questo può comportare un’attesa di circa 2 o 3 giorni lavorativi.

Lo specchietto di seguito mette a confronto le tempistiche delle varie proposte finanziarie:

Tipologia di prestito Tempistiche relative
Cessione del quinto 3 o 4 gg. per l’accettazione della domanda. Circa 20/30 per il versamento del saldo
Prestiti INPS A partire da una settimana
Prestito finalizzato Concessione immediata, 2 o 3 gg. lavorativi per ottenere l’importo concesso

Tempistiche di concessione del prestito con trattenuta: valutazioni finali

Quando si richiede un prestito con cessione del quinto, generalmente nell’arco di una settimana o due viene firmato e rispedito l’atto di benestare alla banca/finanziaria.
Questa una volta ricevuti gli atti, verserà la liquidazione al richiedente (tramite assegno o bonifico). La tempistica complessiva dunque si aggira intorno ai 20/30 giorni (lavorativi).

In conclusione possiamo dire che la cessione del quinto è un prestito assai comodo, dal momento che non implica finalizzazione e dà accesso ad importi molto alti. In ragione di ciò, i tempi generali risultano meno rapidi rispetto ad altre tipologie di credito, e possono dilatarsi l’assicurazione necessitasse di svolgere verifiche sulla solvibilità del datore di lavoro per poter così stimare il montante ed altri valori.